12 aprile 2021

Allergia ai pollini primaverili: sintomi e rimedi

Il significato della parola allergia è "reazione alterata”: una risposta inappropriata dei meccanismi di difesa dell'organismo a sostanze solitamente inoffensive, normalmente presenti nell'ambiente, gli allergeni. Nel caso dell’allergia primaverile, gli allergeni responsabili sono tipicamente i pollini, rilasciati da diversi tipi di piante che fioriscono in primavera. Le allergie ai pollini primaverili comprendono l’allergia alle graminacee, alle betullacee e simili.

I POLLINI PRIMAVERILI

I pollini sono generalmente allergeni stagionali in quanto hanno caratteristiche di diffusione diverse a seconda del periodo di fioritura della pianta (oltre che a seconda delle aree geografiche). Per capire i mesi più a rischio ed essere preparati e protetti, è utile conoscere le piante alle quali si è allergici e anche il ciclo di vita della pianta stessa. In genere, con l’espressione allergia stagionale, si fa riferimento alle allergie primaverili, perché la primavera è la stagione caratterizzata da un maggiore numero e varietà di pollini allergeni. Molte sono infatti le piante che hanno fioritura in primavera e che possono causare sintomi allergici, ad esempio la betulla, le graminacee, il cipresso, l’olivo. Ci sono poi altre piante che hanno un periodo di fioritura più tardivo, come ad esempio l’ambrosia e l’artemisia.

PREVENZIONE DELL’ALLERGIA AI POLLINI

Durante il periodo di fioritura del polline a cui si è allergici, può essere utile attuare alcune strategie per limitare il più possibile l’esposizione ad esso. Ecco alcuni consigli:

  • Scegli il momento giusto per cambiare l'aria in casa. Il momento della giornata in cui circola meno polline è tra le 6 e le 8 del mattino in città, tra le 19 e le 24 in campagna. È bene invece evitare di stare all’aperto o cambiare l’aria in casa subito dopo che è stata tagliata l’erba
  • Spolvera e pulisci spesso
  • Non far asciugare la biancheria all’aperto
  • Non toglierti gli abiti in camera da letto
  • Lava i capelli prima di andare a letto
  • Meglio non praticare sport all’aperto subito dopo un forte temporale
  • Consulta i calendari pollinici
  • Utilizza un depuratore d’aria

I SINTOMI

L’allergia al polline può manifestarsi con molteplici sintomi, soprattutto a livello nasale ed oculare, come rinite allergica stagionale e come congiuntivite allergica stagionale. Quando presenti in concomitanza, si parla più precisamente di rinocongiuntivite o oculorinite allergica stagionale. Vediamo i sintomi che le caratterizzano.

++Sintomi rinite allergica++:

  • congestione nasale (naso chiuso)
  • rinorrea (naso che cola)
  • prurito nasale
  • starnuti

++Sintomi congiuntivite allergica++:

  • naso chiuso
  • prurito agli occhi
  • gonfiore della congiuntiva
  • arrossamento della congiuntiva
  • lacrimazione

Possono inoltre associarsi altri disturbi, come asma, ++disturbi del sonno++, otiti, sinusiti.

RIMEDI FARMACOLOGICI E NATURALI

Contro i sintomi dell’allergia stagionale sono disponibili diverse terapie farmacologiche (alcune non richiedono la prescrizione medica); tra le principali segnaliamo:

  • Antistaminici orali, tra i quali, quelli di seconda generazione sono da preferire in quanto hanno minore tendenza ad indurre sonnolenza
  • antistaminici da applicare localmente (come ad esempio spray nasali e colliri)
  • cromoni oculari o nasali
  • steroidi nasali
  • ++decongestionanti nasali++ ed oculari

Per lenire i sintomi possono essere utili anche rimedi non farmacologici, come per esempio:

  • lavaggi nasali con soluzioni saline
  • impacchi freddi sugli occhi
  • lubrificazione oculare con lacrime artificiali.

Se i farmaci non sono efficaci, con l’allergologo si può valutare il ricorso all’immunoterapia specifica, una sorta di “vaccino” che, mediante la somministrazione di dosi crescenti dell’allergene responsabile della reazione, mira a ridurre la reattività alla sostanza.

ALCUNI NOSTRI CONSIGLI

  • ++Fitonasal spray concentrato Aboca++: decongestiona e protegge la mucosa nasale. Non contiene farmaco; non crea quindi assuefazione, non secca la mucosa, non irrita e può essere utilizzato per periodi prolungati.
  • ++Fexactiv collirio 10ml++: doppia azione antistaminica e decongestionante. Rapido sollievo agli occhi.

Ultimi articoli

15 giugno 2021

Gambe pesanti d'estate: cause e rimedi

Con l’arrivo del caldo è facile accusare disturbi alle gambe: senso di pesantezza, tendenza al gonfiore delle caviglie, indolenzimento, formicolio. Una situazione piuttosto comune, specie per chi...

13 maggio 2021

Fermenti lattici-probiotici: sono la stessa cosa?

Dei fermenti lattici se ne sente spesso parlare, talvolta vengono consigliati se abbiamo disturbi gastrointestinali, come diarrea, gonfiore, colite, dispepsia, ecc., oppure dopo aver seguito...

12 aprile 2021

Allergia ai pollini primaverili: sintomi e rimedi

Il significato della parola allergia è "reazione alterata”: una risposta inappropriata dei meccanismi di difesa dell'organismo a sostanze solitamente inoffensive, normalmente presenti nell'ambiente, gli...